di Yasmine Accardo – Sono arrivati a Pantelleria l’ 1 dicembre. Erano rimasti incagliati. Non sapevamo chi chiamare. Si sono avviati a nuoto. In un freddo gelido. Arrivati sulla terraferma hanno chiesto aiuto. Le forze dell’ordine che li hanno rinchiusi in un posto, togliendo loro i telefonini.
Tra loro vi era un minore, subito trasferito in centro per minori.
Hanno atteso 13 giorni senza sapere nulla del loro destino.
Il 14 dicembre sono stati trasferiti verso Trapani. Li per poche ore hanno riavuto i loro telefonini. Gli sono stati nuovamente tolti al mattino. Gli è stato comunicato “vi libereremo a Roma”
Il 15 dicembre sono arrivati al cpr di Ponte Galeria. Non hanno mai avuto accesso alla procedura per la domanda di asilo.
Tranne uno che stiamo seguendo con gli avvocati Benzi e Ballerini. In una vicenda inquietante rispetto ad una continua negazione nell’accesso al diritto. Ne parleremo meglio in seguito.
Intanto domani pare sia previsto rimpatrio.