Il 15 giugno 2014, in Spagna, ci sarà una mobilitazione contro i CIE: la giornata contro i centri di identificazione ed espulsione dei migranti.

Di seguito l'articolo pubblicato su ciesno.wordpress.com

 

Estimados/estimadas compañeros/as:

Nos gustaría contar con vuestra presencia y la de vuestras entidades en las acciones que, desde la Campaña por el cierre de los Centros de Internamiento de Extranjeros, hemos organizado en el marco del 15 de junio: día contra los Centro de Internamientos de Extranjero, fecha que conmemoramos a nivel estatal.
El próximo jueves, 12 de junio, a las 12.00 horas, en la puerta del CIE de Zapadores, tendrá lugar una rueda de prensa en la que se presentarán ante los medios de comunicación las actividades, se leerá el manifiesto y en la que contaremos con testimonios de personas migrantes. Necesitamos que apoyéis la acción con vuestra presencia, a modo de concentración contra los CIE.
El próximo domingo, 15 de junio, de 11.00 a 18.00 horas, organizaremos unas PAELLAS POPULARES CONTRA LOS CIE, en la calle entre Avenida Doctor Waskman y la calle Planas (junto al CIE de Zapadores). Allí, además de contar con un espacio para cocinar las paellas, tendrá lugar una Asamblea, leeremos el manifiesto y contaremos con la presencia del humorista Xavi Castillo.
Esperamos contar con tu implicación en la difusión y asistencia a las actividades.
Para confirmar asistencia a las paellas: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. // 669344776
“¡NINGÚN SER HUMANO ES ILEGAL! ¡NO CIERRES LOS OJOS, CERREMOS LOS CIE!”

La condizione dei migranti trattenuti nei centri di dentenzione in Grecia.

Di seguito l'articolo pubblicato il 9 maggio 2014 e la puntata di Passpartù: www.amisnet.org

 

Arrestate lo straniero! La violazione dei diritti umani in Grecia

“Qui in questa stazione di polizia sono tre mesi che non vedo la luce del sole”, questo denuncia uno dei tanti migranti trattenuti da mesi dalle forze di sicurezza greche in uno delle centinaia di centri di detenzione sorti all’indomani dell’avvio dell’operazione Xenios Zeus, nell’estate del 2012.

Sono oltre 80.000 gli stranieri fermati nel corso di questa brutale operazione che ha sbattuto in carcere migliaia di persone senza alcun precedente penale e con i documenti in regola.
Mentre tutto questo accade intanto, ai porti, altre migliaia di persone cercano di nascondersi sotto i tir per imbarcarsi sui traghetti che partono alla volta dell’Italia.

Chi ci riesce, in molti casi torna indietro perché scoperto dalla polizia italiana allo sbarco, gli altri, tra riti propiziatori e disillusione, ci riprovano ininterrottamente, da anni, logorando mente e forze nel difficile tentativo di scappare da un Paese che non li vuole e di arrivare in un altro che, in molti casi, non è altro che l’ennesima tappa del lungo viaggio alla volta del nord Europa.

Di seguito vi segnaliamo il link per ascoltare la puntata:

http://amisnet.org/agenzia/2014/05/09/arrestate-straniero/